Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 116 del 29/04/2002

Deliberazione n. 116 del 29/04/2002 legge 109/94 Articoli 1, 17 - Codici 1.1, 17.1
L'attività amministrativa posta in essere dalle stazioni appaltanti deve essere ispirata a criteri di efficacia, tempestività e correttezza, nel rispetto dei principi di libera concorrenza, così come ribadito dall'art.1 della legge 11 febbraio 1994, n.109 e s.m.Non trova giustificazione, ai sensi dell'art.62, co.10, del D.P.R. 21 dicembre 1999, n.554 e s.m., l'esigenza di suddividere un'opera, concepita e progettata unitariamente, ai fini della utilizzabilità di una concessa anticipazione concedibile.La individuazione di criteri di selezione trasparenti e non discrezionali suggerisce la esplicitazione degli stessi già in sede di bando, mentre l'adempimento della pubblicazione delle motivazioni di scelta di cui all'art.17, co.12, della legge 11 febbraio 1994, n.109 e s.m., e all'art.62, co.1, del D.P.R. 21 dicembre 1999, n.554 e s.m., non può ridursi a mera notificazione della scelta o a pleonastica, perché sottintesa, affermazione di idoneità tecnica, dovendo mantenere la determinazione amministrativa carattere di sindacabilità.Non è conforme al disposto dell'art.62 del D.P.R.21 dicembre 1999, n.554 e s.m., la condotta della stazione appaltante che abbia effettuato un artificioso frazionamento in lotti dei lavori a fronte di inesistenti benefici in termini di miglioramento della gestione della spesa e rapidità di esecuzione.La determinazione della entità del compenso stimato deve fondarsi su calcoli analitici e completi ai sensi dell'art.62 del D.P.R.21 dicembre 1999, n.554 e s.m., che tengano conto di eventuali maggiorazioni per incarichi parziali, di tutte le prestazioni necessarie alla progettazione e direzione dei lavori (artt.17, co.12 bis e 14, della legge 11 febbraio 1994, n.109 e s.m.) ove quest'ultima sia preventivabile a carico di personale esterno, comprensiva per esempio delle prestazioni per coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, e, se non previsto diversamente, di quella in fase di esecuzione.