Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 166 del 11/06/2003

Deliberazione n. 166 del 11/06/2003 legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.3.5
Pur se la legge 11 febbraio 1994 n. 109 e s.m. non definisce in modo preciso tempi e modi di dare pubblicità agli affidamenti “fiduciari” di incarichi tecnici, la stessa prevede comunque un obbligo di preventiva pubblicità dell’esigenza di acquisire la prestazione professionale; pubblicità che, seppure semplificata, dovrà essere funzionale (“adeguata pubblicità”), ovvero idonea allo scopo di raggiungere la più ampia sfera relativa di potenziali professionisti interessati all’affidamento, in relazione all’entità ed all’importanza dell’incarico. Allo stesso modo, pur non essendo stabiliti precisi criteri di selezione, gli stessi dovranno sempre trovare riferimento nella verifica dell’esperienza e della capacità professionale del progettista (desumibile dai curricula) in relazione al progetto da affidare (art. 17, comma 12, legge 11 febbraio 1994 n. 109).
Deliberazione n. 166 del 11/06/2003 legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.1
Le determinazioni relative al conferimento degli incarichi di progettazione di cui all’art.17, legge 11 febbraio 1994 n. 109 e s.m., competono ai dirigenti e non alla giunta municipale se è rimessa ai dirigenti la responsabilità di tali procedure; ai medesimi compete anche il correlativo potere di approvazione, per quanto attiene alla verifica tecnica e di legittimità degli atti di gara, a questa ricollegandosi quel perfezionamento dell’iter procedimentale al quale solo può ricollegarsi la responsabilità del funzionario.L’art. 17 della legge 11 febbraio 1994 n. 109 e s.m., pur non contenendo una disciplina specifica in merito all’abilitazione tecnica dei professionisti affidatari di incarichi di progettazione, rinvia alle norme degli ordinamenti professionali; risulta, pertanto, non conforme a tale norma l’affidamento dell’incarico tecnico a soggetto in possesso di diploma conseguito presso l’accademia delle Belle Arti, sprovvisto dei necessari requisiti tecnici, in quanto non iscritto ad alcun ordine professionale, né con esperienza quinquennale presso uffici tecnici di amministrazioni pubbliche.