Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 289 del 12/11/2003

Deliberazione n. 289 del 12/11/2003 legge 109/94 Articoli 10 - Codici 10.3
L’ipotesi di esclusione dalla partecipazione alle procedure di affidamento degli appalti e delle concessioni, e l’impossibilità di stipulare i relativi contratti, di cui all’art. 75, comma 1, lettera a), del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 e s.m., in caso di ditta ammessa alla procedura di amministrazione straordinaria, lascia spazio alla valutazione discrezionale della stazione appaltante che consente alla stessa margini di flessibilità operativa, a maggior ragione, se il venire in evidenza della predetta situazione si verifichi nel corso dei lavori.Se le imprese controllate (anche con riferimento a soggetti diversi dalle società, nei casi previsti dall’art. 2359, primo e secondo comma, del codice civile) non sono in stato di insolvenza, la potenziale causa di esclusione di cui all’art. 75, comma 1, lettera a) del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 e s.m., riferita all’impresa controllante in quanto ammessa alla procedura di amministrazione straordinaria, non può considerarsi, di per sé e in via automatica, applicabile alle controllate, e quindi l’ammissione di quest’ultime alle gare, ovvero la prosecuzione del rapporto contrattuale in essere con le stesse, non possono essere soggette alla valutazione discrezionale della stazione appaltante.