Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 31 del 17/02/2004

Deliberazione n. 31 del 17/02/2004 legge 109/94 Articoli 18, 7 - Codici 18.2, 7.1
La disciplina regolamentare, art. 7, comma 1, del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 e s.m. stabilisce che il Responsabile Unico del Procedimento (RUP) venga nominato “per ogni singolo intervento previsto dal programma triennale dei lavori pubblici, per le fasi della progettazione, dell’affidamento e dell’esecuzione”. Essendo, ai sensi dell’art. 14, comma 6, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e s.m., l’approvazione di uno studio di fattibilità o del progetto preliminare requisito indispensabile per l’inserimento dell’intervento nell’elenco annuale (per lavori di importo superiore a 100.000 euro a seguito dell’ultima modifica della legge quadro), la nomina del responsabile del procedimento è sicuramente precedente alla formazione di detto elenco. Deve inoltre ritenersi che la responsabilità connessa all’incarico di responsabile del procedimento debba considerarsi imputata ad un solo soggetto, che comunque può avvalersi delle professionalità interne alla stazione appaltante.La disposizione del pagamento dell’intero incentivo, pari all’1,5% dei lavori da eseguire, al solo responsabile del procedimento, mentre parte delle prestazioni professionali sono svolte da tecnici esterni, non è conforme all’art. 18 della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e s.m., il quale prevede la ripartizione del fondo incentivante per la progettazione, con modalità e criteri stabiliti da un regolamento predisposto dall’Amministrazione, effettuata sulla base delle “responsabilità professionali connesse alle specifiche prestazioni da svolgere”.