Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 121 del 01/07/2004

Deliberazione n. 121 del 01/07/2004 legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.1, 17.3.5
Il carattere onnicomprensivo dell’attività di progettazione, previsto dall’art. 17 della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e s.m., deve essere inteso nel senso che la stima dell’importo complessivo dell’incarico di progettazione deve tener conto di tutti i servizi ad essa correlati che si intendono affidare all’esterno, ivi comprese, ad esempio, la redazione della relazione geologica, la direzione lavori e la prestazione del coordinatore della sicurezza. Il responsabile del procedimento per individuare la fascia di importo a cui appartiene l’intervento da realizzare deve, quindi, considerare l’importo sia dell’attività di progettazione propriamente intesa sia delle altre attività strettamente correlate, che gli affidatari esterni prescelti dovranno essere chiamati a svolgere.Contrasta con il combinato disposto degli artt. 17, comma 12, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e s.m. e 62, comma 1, del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 e s.m., - anche alla luce della determinazione di quest’Autorità n. 18/2001 - l’operato della stazione appaltante che: a) omette di dare “adeguata pubblicità” all’esigenza di acquisire la prestazione professionale, vale a dire una pubblicità idonea allo scopo di raggiungere la più ampia sfera relativa di potenziali professionisti interessati all’affidamento, in relazione all’entità ed all’importanza dell’incarico. Tale requisito, infatti, non può ritenersi soddisfatto quando, come nel caso di specie, l’avviso di selezione non venga pubblicato su quotidiani a tiratura locale; b) omette di indicare nell’avviso di selezione gli importi presunti delle prestazioni professionali, facendo solo genericamente riferimento ad un importo stimato inferiore a 100.000 euro; c) inserisce nell’avviso di gara una clausola che favorisce l’accesso agli incarichi ai liberi professionisti con meno di cinque anni di iscrizione all’albo. Ciò in quanto, nonostante il carattere “fiduciario” dell’affidamento de quo, detto affidamento è strettamente connesso alla verifica dell’esperienza e della capacità professionale del professionista in relazione alla prestazione che il medesimo è chiamato a svolgere, con motivazione della scelta in relazione al progetto da affidare.