Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 141 del 28/07/2004

Deliberazione n. 141 del 28/07/2004 legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.1, 17.3.4
La stima del corrispettivo presunto di un incarico tecnico costituisce presupposto essenziale per l’applicazione delle norme che prevedono procedure di affidamento diverse proprio in relazione all’importo presunto delle prestazioni professionali. Ne consegue che contrasta con l’art. 17, commi 11 e 12bis, della legge 11 febbraio 1994, n. 109 e s.m. e con l’art. 62 del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 e s.m. l’operato della stazione appaltante che, ai fini dell’individuazione di detto importo, non ricomprende tutti i servizi (incluso anche il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione). Ciò, infatti, determina una sottostima dell’importo presunto delle prestazioni professionali, con conseguente violazione dell’obbligo di adottare le procedure concorsuali previste dalle disposizioni normative vigenti.
Deliberazione n. 141 del 28/07/2004 legge 109/94 Articoli 7 - Codici 7.2
L’art. 7, comma 4, del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 e s.m., ai sensi del quale “il responsabile del procedimento è un tecnico in possesso di titolo di studio adeguato alla natura dell’intervento da realizzare, abilitato all’esercizio della professione o, quando l’abilitazione non sia prevista dalle norme vigenti, è un funzionario con idonea professionalità, e con anzianità di servizio in ruolo non inferiore a cinque anni”, non prevede la necessità del possesso, da parte del responsabile del procedimento, della laurea o dell’abilitazione professionale, potendo tali titoli essere surrogati dall’anzianità di servizio. Pertanto, ove quest’ultimo requisito risulti soddisfatto, la procedura di nomina del responsabile del procedimento potrà ritenersi conforme al disposto di cui alla citata disposizione regolamentare.