Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 165 del 11/06/2003 - rif.

Deliberazione n. 165 del 11/06/2003 - rif. legge 109/94 Articoli 20, 8 - Codici 20.1, 8.1
La partecipazione ad appalti di importo inferiore ai 150.000 euro comporta, ai fini della redazione del bando di gara, che pur non occorrendo l’indicazione della categoria delle lavorazioni, deve essere assicurato il possesso da parte del concorrente di una professionalità qualificata che si traduce in un rapporto di analogia tra lavori eseguiti da quest’ultimo e quelli oggetto dell’appalto da affidare “inteso come coerenza tecnica fra la natura degli uni e degli altri”. Al fine di considerare i rapporti di analogia fra i lavori eseguiti dal concorrente e quelli da affidare, è opportuno inserire nei bandi di gara per lavori di importo pari o inferiore a 150.000 euro l’indicazione della natura dei lavori e le seguenti indicazioni di corrispondenza: lavori edilizi e stradali (quelli appartenenti alle categorie OG1, OG3, OG4, OG5 e OG12); lavori idraulici (quelli appartenenti alla categoria OG6); lavori fluviali e marittimi (quelli appartenenti alle categorie OG7 e OG8); lavori impiantistici (quelli appartenenti alle categorie OG9, OG10, OG11, OS3, OS4, OS5, OS28 e OS30); lavori su beni immobili sottoposti a tutela, ai sensi delle disposizioni in materia di beni culturali ed ambientali (quelli appartenenti alla categoria OG2); lavori su superfici decorate e beni mobili di interesse storico artistico (quelli appartenenti alla categoria OS2); lavori inerenti scavi archeologici (quelli appartenenti alla categoria OS25); lavori agricolo-forestali (quelli appartenenti alla categoria OG13).