Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 80 del 27/09/2005

Deliberazione n. 80 del 27/09/2005 legge 109/94 Articoli 17 - Codici 17.1
In caso di presentazione di istanza di quiescenza per anzianità da parte del dirigente comunale incaricato della direzione lavori, la presenza di un ampio e valido team di professionisti collaboratori del direttore dei lavori costituisce comunque una garanzia di continuità nella prestazione di direzione dei lavori, svuotando perciò di significato la rappresentata stringente esigenza di preservare la soggettività dell’incarico attraverso la prosecuzione della prestazione da parte del medesimo soggetto, ma nella nuova veste di libero professionista.Non è conforme alla normativa vigente la scelta della stazione appaltante diindividuare un rappresentante dell’A.T.I. aggiudicataria quale Responsabile dei lavori, benché appaia sufficientemente chiaro che tale figura operi per conto e nell’interesse della committenza (art. 2, lett. c) del D.Lgs. n. 494/96) e si ponga perciò su un piano nettamente distinto rispetto all’impresa esecutrice, tanto negli obblighi (art. 3, commi 6 e 8), quanto nelle sanzioni conseguenti a comportamenti omissivi (art. 20, comma 1). Ciò vale, a maggior ragione, nel caso in cui la stazione appaltante abbia inteso delegare al Responsabile anche il conferimento di incarichi economicamente rilevanti (oltre 650.000 Euro), privandosi quindi della possibilità di gestire - secondo i criteri previsti dal D.Lgs. n. 157/95 e s.m. - la procedura di selezione dei professionisti cui affidare il coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed in quella successiva di esecuzione.