Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 127 del 09/05/2007 - rif. PREC97/07

Deliberazione n. 127 del 09/05/2007 - rif. PREC97/07 d.lgs 163/06 Articoli 131, 28, 64 - Codici 131.1, 28.1, 64.1
I costi della sicurezza si distinguono in costi della sicurezza “contrattuali”, ai quali l’impresa è vincolata contrattualmente in quanto previsti nel Piano di Sicurezza e di Coordinamento (PSC) per lo specifico cantiere, e costi della sicurezza “ex lege”, che il datore di lavoro è comunque obbligato a sostenere a norma del Titolo IV del d. lgs. n. 626/1994 per l’esecuzione in sicurezza di ogni singola lavorazione compresa nell’appalto. Detti costi della sicurezza sono intrinsecamente connessi alle varie lavorazioni e compresi nei relativi prezzi unitari. Ai sensi dell’assetto normativo introdotto dal d.P.R. 222/2003, esclusivamente i costi della sicurezza “contrattuali” sono esclusi dal ribasso (cfr determinazione n. 4/2006). Nel caso in cui la stazione appaltante abbia individuato gli oneri di sicurezza, in tutte le loro componenti, e li abbia sottratti al ribasso, è conforme alla vigente normativa l’offerta dell’impresa formulata mediante l’indicazione di un importo al netto degli oneri della sicurezza.