Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 166 del 23/05/2007 - rif. PREC127/07

Deliberazione n. 166 del 23/05/2007 - rif. PREC127/07 d.lgs 163/06 Articoli 64, 73 - Codici 64.1, 73.1
Non può consentirsi che un errore dell’Amministrazione si risolva in un danno del concorrente, in quanto un corretto rapporto tra Amministrazione e privato deve essere rispettoso dei principi generali del buon andamento dell’azione amministrativa e di imparzialità, nonché di quello specifico enunciato nell’art. 1337 del cod. civ., secondo il quale nello svolgimento delle trattative e nella formazione del contratto le parti devono comportarsi secondo buona fede. In particolare, non può ritenersi corretta la scelta della Commissione di gara di escludere un concorrente, laddove la predisposizione del format di istanza abbia determinato un errore a carico di alcuni partecipanti. Nel caso in cui la predisposizione da parte dell’Amministrazione del format di istanza abbia determinato un errore a carico di taluni partecipanti, la Commissione può richiedere una integrazione documentale, anche a dispetto di un diverso disposto del bando di gara.