Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 109 del 05/04/2007

Deliberazione n. 109 del 05/04/2007 d.lgs 163/06 Articoli 91 - Codici 91.1.1
Anche in caso di costituzione di un albo di professionisti l'amministrazione non può affidare arbitrariamente incarichi di progettazione, ma è tenuta ad espletare un confronto fra più tecnici, tra quelli iscritti nell'albo, che concorrono fra loro mediante la presentazione di un'offerta. Il confronto delle offerte deve avvenire sulla base dello specifico incarico da affidare, dell'individuazione del valore dello stesso, dell'entità delle attività richieste e del compenso stimato per il professionista (determinazione Autorità n. 1/2006).
Deliberazione n. 109 del 05/04/2007 d.lgs 163/06 Articoli 94 - Codici 94.1.1
E’ possibile accorpare più fasi progettuali, a condizione che la fase esecutiva deve essere sempre presente e che i lavori non devono presentare una elevata complessità ed una elevata rilevanza economica (determinazione Autorità n.9/05).
Deliberazione n. 109 del 05/04/2007 d.lgs 163/06 Articoli 10 - Codici 10.1
Per i lavori di importo superiore a 500.000 Euro la coincidenza del ruolo di progettista con quello di responsabile del procedimento non è conforme alle disposizioni dell'art. 7, comma 4, del D.P.R. 21 dicembre 1999 n. 554.
Deliberazione n. 109 del 05/04/2007 d.lgs 163/06 Articoli 1, 32 - Codici 1.1, 1.2, 32.3
In ordine a quanto previsto dagli art.113 e 113bis del D.Lgs. 8 agosto 2000 n. 267, la gestione dei servizi pubblici da parte di un ente locale a mezzo di una società per azioni o a responsabilità limitata, totalmente partecipata, è consentita ove risulti che in conseguenza della specifica costituzione societaria l'ente possa esplicare un controllo analogo a quello esercitato sui propri servizi. E’, dunque, possibile affidare in house un contratto di global service concernente esclusivamente attività rientranti nell'appalto dei servizi, mentre è da escludere con riguardo ai lavori pubblici, la cui disciplina non contempla una simile eventualità. Pertanto, nel caso di affidamento diretto di servizi di global service, qualora le attività di manutenzione costituiscono lavori pubblici, la società partecipata è obbligata all'esternalizzazione degli stessi mediante procedura ad evidenza pubblica per l’individuazione di un soggetto qualificato ai sensi dell'art.8 della legge 11 febbraio 1994, n. 109. Non è conforme alla disciplina di settore, la costituzione di una società mista o a totale partecipazione pubblica per lo svolgimento di attività di progettazione, realizzazione e gestione di un' opera pubblica, come i porti turistici o gli approdi. L'affidamento di simili opere, infatti, può avvenire unicamente secondo quanto previsto dalla normativa sui lavori pubblici, in applicazione dell'art. 2, comma 2, lettera b) della legge 11 febbraio 1994 n. 109. Una simile società, rientrando tra i soggetti obbligati ad applicare la normativa sui lavori pubblici, costituisce a tutti gli effetti un ente aggiudicatore, con conseguente obbligo di esternalizzare l'affidamento degli stessi mediante appalto o concessione.