Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 64 del 03/11/2010 - rif. Rif. Fasc. 670-10

Deliberazione n. 64 del 03/11/2010 - rif. Rif. Fasc. 670-10 d.lgs 163/06 Articoli 132, 53 - Codici 132.1, 53.1.2
Nel caso in cui venga manifestata dall’impresa, in sede di redazione del progetto esecutivo, l’esigenza di variazioni alla qualità e alle quantità del progetto, la stazione appaltante deve preliminarmente valutare l’ammissibilità di dette variazioni, riscontrando la eventuale riconducibilità delle stesse alle ipotesi contemplate dall’art.140 del DPR 554/99, cioè, con riferimento al vigente D.lgs. 163/2006, alle disposizioni di cui all’art.132, comma 1, lett. a),b),d) del Codice dei contratti, ovvero ad errori o omissioni del progetto definitivo. Ove sia ritenuta legittima l’esigenza di variazioni ed emerga l’esigenza di nuovi prezzi, questi dovranno essere omogenei con le valutazioni economiche poste a base di gara (ricavati dal medesimo prezzario di riferimento, ragguagliati a prezzi già contemplati dal contratto o, solo in ultima ipotesi, ricavati da specifiche regolari analisi).