Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 16 del 09/02/2011 - rif.

Deliberazione n. 16 del 09/02/2011 - rif. d.lgs 163/06 Articoli 132 - Codici 132.1
Contrasta con l’art. 132 del D.Lgs. 163/06 l’approvazione di un progetto di variante per un importo superiore al 5% di quello contrattuale, in quanto tale disposizione prevede alcuni casi specifici per i quali si possono approvare delle varianti e, al comma 3, prevede che le stesse possano essere redatte “nell’esclusivo interesse dell’amministrazione, (…) finalizzate al miglioramento dell’opera ed alla sua funzionalità, sempreché non comportino modifiche sostanziali e siano motivate da obiettive esigenze derivanti da circostanze sopravvenute e imprevedibili al momento della stipula del contratto. L’importo in aumento relativo a tali varianti non può superare il 5 per cento dell’importo originario del contratto e deve trovare copertura nella somma stanziata per l’esecuzione dell’opera”.
Deliberazione n. 16 del 09/02/2011 - rif. d.lgs 163/06 Articoli 10 - Codici 10.3
La pubblicazione del bando di gara senza avere ottenuto tutti i pareri necessari per l’esecuzione dei lavori contrasta con l’art. 47 del DPR 554/99, che prescrive che il RUP deve ottenere “tutte le approvazioni ed autorizzazioni di legge necessarie ad assicurare l’immediata cantierabilità del progetto”. Tale disposizione normativa tende proprio a evitare che dopo l’aggiudicazione dei lavori possano manifestarsi cause che comportino la necessità di redigere una perizia di variante.