Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 40 del 23/03/2011 - rif. Fascicolo 1140/2010

Deliberazione n. 40 del 23/03/2011 - rif. Fascicolo 1140/2010 d.lgs 163/06 Articoli 42 - Codici 42.1
Per edilizia “sovvenzionata”si intende quella diretta a creare abitazioni destinate ai cittadini che si trovino in condizioni economiche disagiate quando è realizzata da Enti pubblici (lo Stato, le Regioni e gli altri Enti locali), mentre nel caso di edilizia residenziale “convenzionata” l'immobile abitativo è realizzato dal privato e l’ente pubblico attribuisce direttamente beni o contributi all'impresa costruttrice. In ogni caso appare trattarsi di edilizia residenziale con caratteristiche costruttive similari, che si distingue per le diverse fonti di finanziamento, pubblico e privato con contributi pubblici di vario tipo. La diversa formale qualificazione soggettiva non incide sul profilo tecnico professionale della prestazione eseguita. Pertanto, non è conforme alla normativa di settore l’esclusione da una procedura ex art. 91, comma 2, del d.lgs. n. 163/2006, che richiedeva quale requisito lo svolgimento di attività di progettazione e direzione lavori di almeno un intervento di edilizia residenziale pubblica “sovvenzionata”, del professionista che ha dichiarato lo svolgimento di una attività di progettazione rientrante nella categoria di edilizia “convenzionata”.