Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 28 del 23/02/2011 - rif. fascicolo VISF/GE/73147/10

Deliberazione n. 28 del 23/02/2011 - rif. fascicolo VISF/GE/73147/10 d.lgs 163/06 Articoli 56 - Codici 56.1
La previsione di gara con la quale l’amministrazione si riserva la facoltà di ripetere il servizio per ulteriori due anni non è conforme all’art. 57, comma 5, lett. b), del Codice che postula una nuova aggiudicazione (sia pure in forma negoziata) alla stregua di un progetto di base; disposizione che va interpretata in senso restrittivo al fine di evitare che questa possa risolversi in uno strumento per aggirare l’ormai pacifico divieto di rinnovo.
Deliberazione n. 28 del 23/02/2011 - rif. fascicolo VISF/GE/73147/10 d.lgs 163/06 Articoli 43 - Codici 43.1
Per gli appalti di servizi e forniture l’art. 43 del D.Lgs. n. 163/2006 dispone che le stazioni appaltanti possono richiedere alle imprese interessate a partecipare alle gare, la presentazione di certificati di norme di garanzia della qualità rilasciati da organismi indipendenti, per attestare l’ottemperanza dell’operatore a tali norme. La certificazione SA 8000 (Social Accountability 8000 – Responsabilità Sociale 8000) è una certificazione etica aziendale volontaria, quale standard internazionale - verificabile e applicabile alla quasi totalità dei settori produttivi – volto a certificare alcuni aspetti della gestione aziendale attinenti alla responsabilità sociale d'impresa, quali il rispetto dei diritti umani della filiera di produzione dei lavoratori (in particolare donne e minori) e dei consumatori, nonché il rispetto della sicurezza e salubrità sul posto di lavoro. Tale certificazione etica, in quanto equiparabile alla certificazione di qualità, ha natura di requisito soggettivo delle imprese, pertanto, può essere richiesta come requisito di partecipazione, anche preclusivamente, in relazione allo scopo perseguito.