Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 69 del 06/07/2011 - rif. VISF/GE/11/36015

Deliberazione n. 69 del 06/07/2011 - rif. VISF/GE/11/36015 d.lgs 163/06 Articoli 42 - Codici 42.1
Le amministrazioni possono richiedere alle imprese requisiti di partecipazione ad una gara di appalto e di qualificazione più rigorosi e restrittivi di quelli minimi stabiliti dalla legge, purché tali prescrizioni rispettino il limite della logicità e ragionevolezza, e cioè della pertinenza e congruità a fronte dello scopo perseguito. Tale limite risulta superato ove, dopo avere richiesto il possesso di un fatturato, realizzato nell’ultimo triennio, relativo ai servizi nel settore oggetto di gara, non inferiore a euro 10.200.000,00, la stazione appaltante richieda anche lo svolgimento, negli ultimi tre anni di un servizio – in qualsiasi settore - di importo annuo non inferiore ad euro 5.000.000,00 (importo pari a quello dell’appalto), giacché si tratta di requisito non probante della capacità tecnica e professionale dei candidati alla gara in oggetto, essendo riferito a qualsiasi tipo di servizio, che provoca un’indebita restrizione della platea dei potenziali concorrenti.