Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 71 del 06/07/2011 - rif. VISF 86019/2011

Deliberazione n. 71 del 06/07/2011 - rif. VISF 86019/2011 d.lgs 163/06 Articoli 73 - Codici 73.1
La variazione migliorativa è legittimamente ammessa sempre che sia riconducibile nella sfera delle migliori modalità esecutive del progetto base, da individuare in quelle soluzioni tecniche che consentano di realizzare quanto progettato in modo da garantire una migliore qualità delle lavorazioni dedotte in contratto, salve restando le scelte progettuali fondamentali già effettuate dall'Amministrazione. Dunque la variante deve avere carattere accessorio rispetto all’opera/servizio progettata, altrimenti si è in presenza non di una modificazione del progetto ma di un nuovo appalto.
Deliberazione n. 71 del 06/07/2011 - rif. VISF 86019/2011 d.lgs 163/06 Articoli 55 - Codici 55.2
Nonostante l’art. 15 del d.lgs. 115/08 non obblighi alla scelta di una determinata procedura di gara, ma soltanto all’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, si ritiene che per l’affidamento di un servizio energetico in regime di Finanziamento Tramite Terzi (FTT), l’adozione della procedura ristretta sia più aderente alla ratio del d.lgs. 115/08 (artt. da 12 a 16) che ispira gli interventi in FTT, in quanto consente la preselezione e la partecipazione di ditte qualificate nel settore energetico.