Massime per Atto Ricercato: Deliberazione n. 21 del 21/05/2014 - rif. Fascicolo 1937/2012

Deliberazione n. 21 del 21/05/2014 - rif. Fascicolo 1937/2012 d.lgs 163/06 Articoli 14, 3, 30 - Codici 14.1, 3.1, 30.1
Procedura per la selezione di un operatore cui affidare la locazione e la gestione del Parco Divertimenti denominato “Luna-park” dell’EUR (di seguito, anche, “Parco”)- Con riferimento all'affidamento del contratto di conduzione del Luna Park di Roma, gestito dalla stazione appaltante EUR S.p.A. (organismo di diritto pubblico in base all’ art. 3, comma 26, del D. Lgs. n. 163/2006), l’Autorità ha riscontrato la natura concessoria del rapporto, distinguendo la gestione di un servizio connessa all’esecuzione di lavori, ex art. 14 del D. Lgs. n. 163/2006 (contratto misto). Più in particolare, la gestione del parco assume carattere preminente dal punto di vista economico e prestazionale e, pertanto, la fattispecie va correttamente inquadrata nella concessione di servizi di cui all’art. 30 D. Lgs. n. 163/2006, con esecuzione di lavori di carattere accessorio.
Deliberazione n. 21 del 21/05/2014 - rif. Fascicolo 1937/2012 d.lgs 163/06 Articoli 14, 15, 40 - Codici 14.1, 15.1, 40.1
Nei contratti misti di servizi e lavori occorre prevedere, a titolo di requisiti di partecipazione, sia la dimostrazione della capacità economico-finanziaria e tecnico-professionale per l’erogazione dei servizi, in base agli artt. 41 e 42 D.Lgs. 163/2006, sia il possesso della qualificazione SOA nella categoria e classifica corrispondenti alla natura e all’importo dei lavori da eseguire (cfr. Parere Avcp n. 62/2008); ciò in quanto, ai sensi dell’art. 15 D. Lgs. n. 163/2006, l’operatore economico che concorre allo affidamento di un contratto misto deve possedere i requisiti di qualificazione e capacità prescritti dallo stesso D. Lgs. 163/2006 per ogni singola prestazione contrattuale, secondo il c.d. principio della combinazione delle differenti discipline, in base al quale, in materia di qualificazione, l’operatore economico deve essere qualificato per tutte le prestazioni di lavori, servizi e forniture secondo le norme previste per ciascuna di tali prestazioni.
Deliberazione n. 21 del 21/05/2014 - rif. Fascicolo 1937/2012 d.lgs 163/06 Articoli 32, 40 - Codici 32.5, 40.1
Qualora il concessionario di servizi affidi lavori pubblici di rilevanza comunitaria strumentali alla gestione del servizio, per effetto del combinato disposto degli artt. 32, co. 1, lett. f) e 40 co. 1, del D. Lgs n. 163/2006, egli è soggetto alle regole del titolo I, parte II del D. Lgs. n. 163/2006, nonché alla disciplina della parte I, IV e V, fatte salve le deroghe del comma 2 del predetto art. 32. Pertanto, se i lavori verranno eseguiti mediante affidamenti a terzi, il concessionario dovrà affidarli nel rispetto delle procedure indicate dal D. Lgs. n. 163/2006, e a soggetti in possesso della qualificazione e dei previsti requisiti.
Deliberazione n. 21 del 21/05/2014 - rif. Fascicolo 1937/2012 d.lgs 163/06 Articoli 30, 57 - Codici 30.1, 57.1.1
La previsione di un novennale rinnovo tacito non è conforme al divieto di rinnovo tacito dei contratti della pubblica amministrazione, che costituisce principio generale attuativo di un vincolo comunitario derivante dal Trattato CE , e, in quanto tale, vale per la generalità dei contratti pubblici.