Massime per Atto Ricercato: Deliberazione del 20/07/2000

Deliberazione del 20/07/2000 legge 109/94 Articoli 10, 21 - Codici 10.1, 21.3
La normativa di cui all'art.10, co.1 quater, della legge 11 febbraio 1994, n.109 e s.m., risponde ad una logica distinta dalla materia dell'anomalia delle offerte disciplinata dall'art.21, co.1 bis, della legge stessa: finalità evidente della disciplina di cui all'art.10, co.1 quater, è quella di consentire alle stazioni appaltanti l'immediata esclusione dalle gare di appalto di soggetti che non siano in possesso dei requisiti richiesti, relativamente alla capacità tecnico-organizzativa ed economico-finanziaria, al fine di evitare la presentazione di offerte con il solo scopo di influenzare la successiva fase di determinazione della soglia di anomalia attraverso l'alterazione del calcolo della media aritmetica; con riferimento alla materia dell'anomalia dell'offerta di cui all'art.21, co.1 bis, l'utilizzo dei criteri di aggiudicazione dell'offerta economicamente più vantaggiosa, basati sul sistema delle medie, risponde alla necessità di moderare i ribassi eccessivi mirando alla individuazione di un prezzo congruo che non comporti, pertanto, alterazioni nella logica del mercato.
Deliberazione del 20/07/2000 legge 109/94 Articoli 4 - Codici 4.2.3
L'art.4, co.17, della legge 11 febbraio 1994, n.109 e s.m., nella parte in cui stabilisce che le amministrazioni aggiudicatici e gli altri enti aggiudicatari o realizzatori sono tenuti a comunicare i dati ivi elencati all'Osservatorio dei Lavori Pubblici, per lavori pubblici di importo superiore a 150.000 Ecu, entro quindici giorni dalla data del verbale di gara o di definizione della trattativa privata, deve essere interpretato nel senso che il temine di invio all'Osservatorio delle schede contenenti le informazioni richieste si riferisce al provvedimento dirigenziale di aggiudicazione e decorre dalla data in cui si è determinata l'aggiudicazione definitiva.