Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 91 del 20/03/2008 - rif. PREC418/07

Parere di Precontenzioso n. 91 del 20/03/2008 - rif. PREC418/07 d.lgs 163/06 Articoli 1 - Codici 1.2
A decorrere dal 1° gennaio 2007, una società affidataria diretta del servizio di igiene urbana da parte di un Comune non può, ai sensi del combinato disposto dei commi 6 e 15 quater dell’art. 113 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, risultare aggiudicataria di eventuali gare indette da altro Comune per l’affidamento del relativo servizio di igiene urbana, in quanto, pur trattandosi dei medesimi servizi, è diverso il contesto territoriale di riferimento. In ogni caso , l’attività extraterritoriale svolta dalle società miste non è del tutto libera ma – in funzione del vincolo teleologico connesso al soddisfacimento dei bisogni della collettività locale di riferimento – è subordinata alla dimostrazione che attraverso tale attività venga soddisfatta una specifica esigenza della medesima collettività (che non si traduca in un mero ritorno economico) e soprattutto sia esclusa una incompatibilità con gli interessi di tale collettività, determinata da una possibile distrazione di risorse e mezzi in grado di arrecare un pregiudizio allo svolgimento del servizio pubblico locale affidato dal Comune di origine