Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 83 del 20/03/2008 - rif. PREC480/07

Parere di Precontenzioso n. 83 del 20/03/2008 - rif. PREC480/07 d.lgs 163/06 Articoli 40, 83 - Codici 40.1, 83.1
I criteri di valutazione dell’offerta, così come i requisiti di partecipazione alla gara, che privilegiano direttamente o indirettamente le imprese locali, si pongono in violazione dei principi comunitari in tema di concorrenza e parità di trattamento, nonché di libera circolazione, salvo il limite della logicità e della ragionevolezza, ossia della loro pertinenza e congruità a fronte dello scopo perseguito.
Parere di Precontenzioso n. 83 del 20/03/2008 - rif. PREC480/07 d.lgs 163/06 Articoli 64, 83 - Codici 64.1, 83.1
È necessario che il bando di gara o il capitolato d’oneri indichino la ponderazione relativa che viene attribuita a ciascuno dei criteri scelti per determinare l’offerta economicamente più vantaggiosa, in quanto la discrezionalità che connota tale criterio è circoscritta dalla necessità che venga indicato il punteggio da attribuire a ciascun elemento di valutazione. Tutti i criteri presi in considerazione ai fini dell’aggiudicazione devono essere espressamente menzionati nel bando di gara o nel capitolato d’oneri, affinché gli imprenditori siano posti in grado di conoscere la loro esistenza e la loro portata, al fine di garantire il rispetto dei principi di parità di trattamento e di trasparenza.