Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 182 del 12/06/2008 - rif. PREC223/08/L

Parere di Precontenzioso n. 182 del 12/06/2008 - rif. PREC223/08/L d.lgs 163/06 Articoli 197 - Codici 197.1
La ratio sottesa alla disposizione di cui all’articolo 253, comma 30 del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163, secondo la quale è facoltà delle stazioni appaltanti “individuare, quale ulteriore requisito di partecipazione, l’avvenuta esecuzione nell’ultimo decennio, di lavori nello specifico settore cui si riferisce l’intervento, individuato in base alla tipologia dell’opera oggetto di appalto”, è quella di consentire alle S.A. di selezionare concorrenti in possesso di esperienza specifica, e cioè, nel caso in esame, di saper eseguire scavi archeologici nelle medesime condizioni di quelle dedotti in appalto. Al di là del profilo di interpretazione letterale della disposizione normativa, occorre, nella selezione dei concorrenti, seguire un approccio sostanzialistico, comunque nel rispetto della par condicio, e verificare se gli stessi concorrenti, nel merito ed in concreto, abbiano e dimostrino le prescritte capacità.