Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 214 del 17/09/2008 - rif. PREC189/08/S

Parere di Precontenzioso n. 214 del 17/09/2008 - rif. PREC189/08/S d.lgs 163/06 Articoli 64, 67 - Codici 64.1, 67.1
La lettera di invito si pone in rapporto di accessorietà con il bando, potendo solo specificarne le prescrizioni, con conseguente prevalenza, in caso di contrasto, del bando rispetto alla lettera di invito. Di regola, pertanto, la lettera di invito può indicare in aggiunta ulteriori clausole disciplinanti la gara e prescrizioni e adempimenti aggiuntivi che non debbono, in ogni caso, violare la par condicio dei concorrenti, risultando difformi da quanto previsto nel bando di gara. In assenza di contraddizioni lessicali o logiche, il bando e la lettera di invito ben possono integrarsi reciprocamente, nel senso di prevedere autonome prescrizioni anche a pena di esclusione, non essendo necessario che queste siano contenute in tutti gli specifici atti costituenti la lex specialis di gara.