Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 227 del 09/10/2008 - rif. PREC264/08/L

Parere di Precontenzioso n. 227 del 09/10/2008 - rif. PREC264/08/L d.lgs 163/06 Articoli 40 - Codici 40.3
Se un’impresa si sottopone a verifica dopo la data di scadenza del triennio di validità dell’attestazione SOA, ai sensi dell’art.15 bis del d.P.R. 25 gennaio 2000, n. 34 e s.m., l’impresa non può partecipare alle gare nel periodo compreso tra la data di scadenza del triennio e la data di effettuazione della verifica con esito positivo. Infatti, il rinnovo dell’attestazione avviene, ai sensi del comma 7 dell’art.15 citato, alle stesse condizioni e con le stesse modalità previste per il rilascio dell’attestazione, dovendo la Soa effettuare un’attività istruttoria tesa ad accertare il permanere in capo al richiedente dei requisiti di qualificazione. La revisione triennale, considerate le sue finalità e le relative modalità di svolgimento, ha natura costitutiva, non potendo attribuirsi ad essa un mero valore ricognitivo. Ne segue che, decorso inutiliter il termine per la revisione triennale, l’attestazione non è più efficace e il concorrente resta privo del requisito della qualificazione (cfr. determinazione 6/2004).
Parere di Precontenzioso n. 227 del 09/10/2008 - rif. PREC264/08/L d.lgs 163/06 Articoli 64 - Codici 64.1
Ove il bando richieda un documento specificandone le caratteristiche formali (originale o copia autenticata, identificazione dell’ufficio che lo rilascia), la S.A. si autovincola e deve rispettare e imporre a tutti i partecipanti alla procedura l’osservanza delle regole della lex specialis. Di conseguenza, secondo un costante orientamento della giurisprudenza, la S.A. è tenuta ad escludere il partecipante che abbia prodotto documentazione non conforme al bando, qualora l'adempimento sia richiesto a pena di esclusione.