Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 234 del 23/10/2008 - rif. PREC213/08/L

Parere di Precontenzioso n. 234 del 23/10/2008 - rif. PREC213/08/L d.lgs 163/06 Articoli 38, 48 - Codici 38.1.1, 48.1
Nel caso in cui la dichiarazione resa e richiesta ai sensi dell’art. 38, comma 2 del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163 risulti non veritiera, trova applicazione l’art. 75 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 e s.m., secondo cui, fermo restando quanto previsto relativamente alle sanzioni penali, qualora dal controllo effettuato dall’amministrazione sulle dichiarazioni sostitutive rese dai singoli sotto la loro responsabilità emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera. Di qui la legittimità dell’annullamento dell’aggiudicazione provvisoria da parte della S.A. a seguito della constatata difformità tra quanto autocertificato dall’impresa in sede di gara e quanto emerso dal Casellario giudiziale , atteso che nella specie il “beneficio conseguito”, in funzione del quale la falsa dichiarazione è stata resa, è propriamente costituito dall’aver partecipato alla gara e dall’aver ottenuto l’aggiudicazione provvisoria dell’appalto.