Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 242 del 12/11/2008 - rif. PREC267/08/S

Parere di Precontenzioso n. 242 del 12/11/2008 - rif. PREC267/08/S d.lgs 163/06 Articoli 131 - Codici 131.1
Attraverso il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza (DUVRI) devono essere messi in relazione i rischi presenti nei luoghi in cui verrà espletato il servizio o la fornitura, con i rischi derivanti dall’esecuzione del contratto e non devono essere riportati i rischi propri dell’attività delle singole imprese appaltatrici o dei singoli lavoratori autonomi. La valutazione dei rischi da interferenza, deve essere eseguita con riferimento, non solo al personale interno ed ai lavoratori delle imprese appaltatrici, ma anche agli utenti che, a vario titolo, possono essere presenti presso la struttura stessa quali i degenti, gli alunni ed anche il pubblico esterno in particolare negli edifici quali, a titolo esemplificativo, ospedali e scuole (cfr. determinazione 3/2008).
Parere di Precontenzioso n. 242 del 12/11/2008 - rif. PREC267/08/S d.lgs 163/06 Articoli 28, 56 - Codici 28.4, 56.1
In ordine alla possibilità di rinnovo dei contratti pubblici, si osserva che l’art. 23 della legge comunitaria 18 aprile 2005, n. 62 ha soppresso la disposizione dell’art- 6, c. 2, l. 21 dicembre 1993, n.537 che prevedeva la facoltà di rinnovare i contratti di fornitura di beni e servizi. Tale abrogazione deve essere interpretata come un divieto generalizzato di rinnovo dei contratti operante per tutti gli appalti di forniture e servizi. Residuano, peraltro, esigui margini di applicabilità del rinnovo espresso a determinate condizioni e nel rispetto dei principi comunitari di trasparenza e par condicio alla base dell’evidenza pubblica. In particolare, l’art. 57 comma 5 lett. b) del d. lgs. 12 aprile 2006, n. 163 ripristina indirettamente la possibilità di ricorrere al rinnovo dei contratti, ammettendo la ripetizione dei servizi analoghi, purché il rinnovo sia stato espressamente previsto e stimato nel bando e rientri in determinati limiti temporali.