Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 243 del 12/11/2008 - rif. PREC270/08/L

Parere di Precontenzioso n. 243 del 12/11/2008 - rif. PREC270/08/L d.lgs 163/06 Articoli 90 - Codici 90.1
La “cantierizzazione”, ove richiesta, è attività posta a carico dell’appaltatore e consiste nella redazione degli eventuali documenti di interfaccia tra il progetto e l’esecuzione, consentendo di coniugare le esigenze progettuali con quelle di realizzazione delle opere, nel rispetto dell’autonomia imprenditoriale dell’esecutore. In altri termini, la stessa costituisce l’insieme di quelle attività e relativi documenti (piani operativi, piani di approvvigionamento e calcoli e grafici delle opere provvisionali) che l’art. 35 del D.P.R. 21 dicembre 1999, n. 554 e s.m. non prevede facciano parte del progetto esecutivo. La cantierizzazione non è, quindi, una componente del progetto esecutivo e si traduce nella produzione della documentazione che l’appaltatore elabora per tradurre le indicazioni e le scelte contenute nel progetto in istruzioni e piani operativi (cfr. determinazione 4/2001).
Parere di Precontenzioso n. 243 del 12/11/2008 - rif. PREC270/08/L d.lgs 163/06 Articoli 64 - Codici 64.1
Quando il bando di gara ha individuato in modo puntuale e vincolante gli elaborati che costituiscono contenuto obbligato dell’offerta tecnica e, quindi, oggetto di valutazione da parte della Commissione sulla base dei criteri tecnici individuati nel bando, l’incompletezza dell’offerta tecnica costituisce un vizio che non consente alla stazione appaltante di ammettere al procedimento di gara l’offerente. L’esclusione da una gara può essere disposta anche in assenza di una esplicita previsione nella lex specialis, qualora, in applicazione del principio teleologico, emerga che non è stata osservata una clausola da ritenersi essenziale in quanto rispondente ad un particolare interesse della P.A. .