Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 229 del 21/12/2011 - rif. PREC 119/11/L

Parere di Precontenzioso n. 229 del 21/12/2011 - rif. PREC 119/11/L d.lgs 163/06 Articoli 15 - Codici 15.1
Per concorrere all’affidamento di un contratto misto di servizi, ed in particolare servizi attinenti all’architettura ed all’ingegneria, e lavori, l’operatore economico deve possedere i requisiti di qualificazione e capacità prescritti per ciascuna prestazione (art. 15 D.Lgs. n. 163/20006), fermo restando che al fine di determinare correttamente questi ultimi, la stazione appaltante è tenuta a indicare la classe e la categoria o le classi e le categorie a cui l’intervento si riferisce (cfr. determinazione AVCP n. 5 del 27 luglio 2010) ed a distinguere, nell’ambito del prezzo posto a base di gara, il corrispettivo per la progettazione e quello per l’esecuzione. Se tale specificazione non si riscontra, i requisiti speciali risultano indeterminati.
Parere di Precontenzioso n. 229 del 21/12/2011 - rif. PREC 119/11/L d.lgs 163/06 Articoli 38 - Codici 38.1.1
Le disposizioni di cui all’art. 38 lett. b) e c) del Codice dei contratti pubblici impongono, a pena di esclusione dalla gara, a tutti i soggetti ivi previsti (tra cui i direttori tecnici cessati dalla carica nel triennio antecedente la pubblicazione del bando), di dichiarare l’assenza a proprio carico di tutti gli elementi ostativi alla partecipazione alla gara espressamente ed analiticamente ivi indicati. Tale obbligo sussiste anche nell’ipotesi in cui non sia esplicitato espressamente dal bando di gara, attesa la natura di ordine pubblico dell’art. 38 cit. (cfr. determinazione AVCP n. del 12.1.2010; TAR Lazio, Sez. II, n.7072, del 9.8.2011).