Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 7 del 08/02/2012 - rif. PREC 241/11/L

Parere di Precontenzioso n. 7 del 08/02/2012 - rif. PREC 241/11/L d.lgs 163/06 Articoli 83, 84 - Codici 83.1, 84.1
Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dal Comune di Terni – “Procedura aperta per l’appalto dei lavori di adeguamento sismico, adeguamento impianti, prevenzione incendi e abbattimento barriere architettoniche del plesso scolastico A. Garibaldi” – Data di pubblicazione del bando: 27.5.2011 – Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa – Importo a base d’asta: euro 1.566.612,82 – S.A.: Comune di Terni- In una procedura di gara da aggiudicarsi secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, indipendentemente da una espressa previsione a pena di esclusione contenuta nella lex specialis di gara, sussiste, in capo al concorrente, il divieto di riportare qualsiasi valorizzazione economica di elementi che compongono l’offerta tecnica, benché a supporto di eventuali varianti, in quanto tale divieto risponde alla generale finalità di garantire il rispetto del principio di autonomia dell’apprezzamento discrezionale dell’offerta tecnica rispetto a quello dell’offerta economica, occorrendo evitare che nell’offerta tecnica siano contenuti dati che consentano già di individuare le positive ricadute economiche derivanti dalle varianti presentate.
Parere di Precontenzioso n. 7 del 08/02/2012 - rif. PREC 241/11/L d.lgs 163/06 Articoli 83 - Codici 83.1
In caso di aggiudicazione secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, le offerte economiche devono restare segrete per tutta la fase procedimentale al fine di garantire il rispetto del principio di autonomia dell’apprezzamento discrezionale dell’offerta tecnica – da parte della Commissione – rispetto a quello dell’offerta economica (cfr. TAR Sicilia, Catania, Sez. III, 14 novembre 2007, n. 1852 e Consiglio di Stato, Sez. V, 21 marzo 2011, n. 1734 e 31 marzo 2011, n. 1970). È pertanto legittima, l’esclusione dalla gara del concorrente che nell’offerta tecnica abbia inserito elementi riferiti all’offerta economica.