Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 34 del 08/03/2012 - rif. PREC 215/11/F

Parere di Precontenzioso n. 34 del 08/03/2012 - rif. PREC 215/11/F d.lgs 163/06 Articoli 2, 46 - Codici 2.1, 46.1
Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata da CEFPAS – REGIONE SICILIANA – Procedura aperta per la fornitura di dispositivi di simulazione medica avanzata - Importo a base d’asta € 550.000,00 - S.A.: CEFPAS – REGIONE SICILIANA- Qualora la lex specialis commini espressamente l’esclusione dalla gara in conseguenza di determinate prescrizioni, l’Amministrazione è tenuta a dare precisa ed incondizionata esecuzione alle stesse, restando preclusa all’interprete ogni valutazione circa la rilevanza dell’inadempimento, la sua incidenza sulla regolarità della procedura selettiva e la congruità della sanzione contemplata nella lex specialis, alla cui osservanza la stessa Amministrazione si è autovincolata al momento dell’adozione del bando (cfr. AVCP Pareri n. 215 del 17.09.2008 e n. 262 del 17.12.2008). Pertanto, è conforme al principio di par condicio dei concorrenti ed alla lex specialis l’esclusione dalla gara del concorrente che abbia prodotto in modo incompleto uno degli allegati tecnici richiesti, in quanto dalla disamina della complessiva formulazione della lex specialis la sanzione dell’esclusione è ricondotta non solo alla mancata allegazione degli allegati tecnici, ma anche alla loro incompleta compilazione. In una procedura di gara per la fornitura di dispositivi di simulazione medica avanzata, la perfetta compilazione degli allegati tecnici richiesti dalla lex specialis non è un mero adempimento formale, suscettibile di essere integrato successivamente attraverso l’applicazione dell’art. 46 del D.Lgs. n. 163/2006, bensì un preciso onere imposto dalla disciplina di lex specialis al fine di definire l’offerta di gara e dal cui inadempimento discende, come espressamente sanzionato, l’esclusione dalla gara.
Parere di Precontenzioso n. 34 del 08/03/2012 - rif. PREC 215/11/F d.lgs 163/06 Articoli 2, 46 - Codici 2.1, 46.1
In virtù dell’art. 46 del D.lgs. n. 163/2006, le Stazioni Appaltanti possono invitare i concorrenti a completare o fornire chiarimenti in merito al contenuto dei soli “certificati, documenti i dichiarazioni presentati”, ossia già allegati agli atti di gara, relativi al possesso dei requisiti richiesti per la partecipazione alla gara, mentre in ossequio al principio generale di par condicio dei concorrenti non possono conseguire l’integrazione postuma di un documento assente, non trattandosi in tal caso di rimediare a vizi puramente formali (cfr. AVCP Pareri n. 26 del 09.02.2011 e 67 del 07.05.2011, Consiglio di Stato, Sez. V, n. 5084 del 02.08.2010). Pertanto, in una procedura di gara per la fornitura di dispositivi di simulazione medica avanzata, la perfetta compilazione degli allegati tecnici richiesti dalla lex specialis non è un mero adempimento formale, suscettibile di essere integrato successivamente mercé l’applicazione dell’art. 46 del D.Lgs. n. 163/2006, bensì un preciso onere imposto dalla disciplina di lex specialis al fine di definire l’offerta di gara e dal cui inadempimento discende, come espressamente sanzionato, l’esclusione dalla gara.