Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 73 del 16/05/2012 - rif. PREC 39/12/S

Parere di Precontenzioso n. 73 del 16/05/2012 - rif. PREC 39/12/S d.lgs 163/06 Articoli 41, 46 - Codici 41.1, 46.1
Istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dalla S.A.COM. s.r.l. Procedura aperta per l’“Affidamento del servizio di pulizia ed igiene ambientale degli immobili di competenza comunale” – euro 6.617.367,25 – S.A.: Comune di Santa Maria Capua Vetere- La clausola che prescrive di allegare all’offerta almeno due referenze bancarie, con firme autenticate da notaio o da autorità amministrativa, rilasciate da istituti bancari o intermediari finanziari operanti negli Stati membri della UE, autorizzati ai sensi del D. Lgs. n. 385/1993, attestanti la solidità finanziaria ed economica del soggetto concorrente che non reca l’esplicita dizione a pena di esclusione, non consente alla stazione appaltante di escludere l’operatore economico che abbia prodotto attestazioni bancarie prive dell’autentica apposta da notaio o da pubblico ufficiale. In applicazione del principio di tassatività dei motivi di esclusione, l’Amministrazione non può disporre l’esclusione, ma deve eventualmente richiedere l’integrazione documentale ai sensi dell’art. 46, comma 1, del D. lgs n. 163/2006.
Parere di Precontenzioso n. 73 del 16/05/2012 - rif. PREC 39/12/S d.lgs 163/06 Articoli 46 - Codici 46.1
Qualora la lex specialis commini espressamente l’esclusione dalla gara in conseguenza di determinate prescrizioni, l’Amministrazione è tenuta a dare precisa ed incondizionata esecuzione alle stesse, restando preclusa all’interprete ogni valutazione circa la rilevanza dell’inadempimento, la sua incidenza sulla regolarità della procedura selettiva e la congruità della sanzione contemplata nella lex specialis, alla cui osservanza la stessa Amministrazione si è autovincolata al momento dell’adozione del bando (cfr. AVCP pareri n. 215 del 17.09.2008 e n. 262 del 17.12.2008). A contrario, la declaratoria di esclusione non è consentita quando essa non sia espressamente contemplata dalla disciplina di gara.