Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 64 del 18/04/2012 - rif. PREC 30/12/F

Parere di Precontenzioso n. 64 del 18/04/2012 - rif. PREC 30/12/F d.lgs 163/06 Articoli 46 - Codici 46.1
istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata dalla Emmeci Motori e Componenti srl – Procedura aperta per l’affidamento della fornitura di ricambi IVECO originali o autorizzati dal costruttore – Importo a base d’asta: 10.675.000,00 € – S.A.: Gruppo Torinese Trasporti spa- Il ricorso all’art. 46, comma 1, D.Lgs. 163/2006 è legittimo solo nell’ipotesi in cui la regolarizzazione o la richiesta di chiarimenti non comporti una nuova produzione documentale, che costituirebbe sia elusione dei termini perentori fissati dal bando per la presentazione delle offerte sia violazione della par condicio dei concorrenti.
Parere di Precontenzioso n. 64 del 18/04/2012 - rif. PREC 30/12/F d.lgs 163/06 Articoli 68 - Codici 68.1
In base alla disposizione dell’art. 68, comma 13, D.Lgs. 163/2006 il riferimento negli atti di gara ad un marchio specifico è consentito in via eccezionale, quando non è possibile una descrizione sufficientemente precisa ed intellegibile dell’oggetto dell’appalto secondo i criteri indicati ai commi 3 e 4. Le specifiche tecniche di appalto devono infatti consentire pari accesso agli offerenti e non devono creare ostacoli alla concorrenza e, a meno di non essere giustificate dall'oggetto dell'appalto, non possono menzionare una fabbricazione o provenienza determinata, né far riferimento a un'origine o produzione specifica. Pertanto, l'eventuale indicazione di marchi o prodotti deve essere collegata a diciture quali "o equivalente" ovvero "tipo", significative della volontà dell'amministrazione di utilizzare il marchio o la denominazione del prodotto solo a titolo esemplificativo.