Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 81 del 30/05/2012 - rif. PREC 3/12/F

Parere di Precontenzioso n. 81 del 30/05/2012 - rif. PREC 3/12/F d.lgs 163/06 Articoli 14, 83 - Codici 14.1, 83.1
istanza di parere per la soluzione delle controversie ex articolo 6, comma 7, lettera n) del D.Lgs. n. 163/2006 presentata da DIAMED ITALIANA srl – Procedura aperta per l’affidamento in noleggio di sistemi analitici per indagini diagnostiche e fornitura dei relativi reagenti e materiali consumabili occorrenti per il Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Melfi e Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Lagonegro per la durata di anni quattro – Importo a base di gara: € 1.200.000,00 – S.A.: Azienda Sanitaria Locale di Potenza- Nel caso di appalti misti (es. fornitura e servizi) i criteri di valutazione delle offerte devono tenere in considerazione tale peculiare natura dell’appalto, mettendo la Commissione di gara in condizione di valutare sia elementi quali quantitativi riferiti alla fornitura sia elementi quali quantitativi riferita ai servizi. I criteri di valutazione che facciano riferimento esclusivamente alle caratteristiche dei beni da fornire non risultano adeguati rispetto all’oggetto dell’appalto. La ponderazione dei punteggi attribuiti agli elementi di valutazione legati al tempo è irragionevole se la stazione appaltante chiede di indicare il tempo in minuti, senza prevedere un punteggio massimo e minimo correlato al tempo rappresentato. Conseguentemente, tutte le offerte, purché riportanti un valore al riguardo, dovrebbero, in relazione a tali elementi di valutazione, ottenere lo stesso punteggio, indipendentemente dal valore temporale indicato. La Commissione di gara non può compiere alcuna precisazione al riguardo, ricorrendo ai c.d. criteri motivazionali, stante le previsioni dell’art. 83, commi 2, 3, e 4, che impongono alla stazione appaltante di predefinire nei documenti di gara , i criteri, ed ove necessario i sub-criteri, i pesi ed i sub-pesi, ossia tutto ciò che occorre alla Commissione per esprimere un giudizio sulle offerte (cfr. determinazione n. 7 del 24.11.2011 di questa Autorità “Linee guida per l’applicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa nell’ambito di contratti di servizi e forniture” (in G.U. n.291 del 15.12.2011 e pubblicata sul sito www. avcp.it).