Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 100 del 27/06/2012 - rif. PREC 54/12/S

Parere di Precontenzioso n. 100 del 27/06/2012 - rif. PREC 54/12/S d.lgs 163/06 Articoli 2, 38 - Codici 2.1, 38.1
Allegato P D.P.R: n. 207/2010 - criteri di valutazione dell’offerta - requisiti di capacità tecnico professionale- La discrezionalità di cui certamente la stazione appaltante gode nella fissazione dei requisiti, deve essere esercitata in modo tale da non correre il rischio di restringere in modo ingiustificato lo spettro dei potenziali concorrenti o di realizzare effetti discriminatori tra gli stessi, in linea con quanto stabilito dall’art. 44, par. 2 della direttiva 2004/18/CE, secondo il quale i livelli minimi di capacità richiesti per un determinato appalto devono essere connessi e proporzionati all’oggetto dell’appalto stesso. Sono pertanto da considerarsi legittimi i requisiti richiesti dalle Stazioni Appaltanti che, pur essendo ulteriori e più restrittivi rispetto a quelli previsti dalla legge, risultino tuttavia pertinenti e congrui rispetto allo scopo perseguito (in tal senso cfr. Pareri nn. 33/2008, 55/2010, 102 e 122/2011); tali requisiti possono essere censurati solo allorché appaiano viziati da eccesso di potere, ad esempio per illogicità o per incongruenza rispetto al fine pubblico della gara (Cons. Stato, 15 dicembre 2005, n. 7139).