Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 118 del 19/07/2012 - rif. PREC 59/12/S

Parere di Precontenzioso n. 118 del 19/07/2012 - rif. PREC 59/12/S d.lgs 163/06 Articoli 46, 75 - Codici 46.1, 75.1
Esclusione. Cauzione provvisoria. Omessa autentica notarile firma fidejussore. Art. 46 co. 1bis D.Lgs. 163/2006. E’ legittima l’esclusione del concorrente disposta dalla stazione appaltante per omessa autentica notarile della firma apposta sulla polizza fideiussoria, espressamente richiesta nel bando di gara. In tal caso, il bando, nel richiedere a pena di esclusione l’autentica della sottoscrizione apposta alla polizza fideiussoria, non sanziona una carenza formale, ma un inadempimento sostanziale, tant’è che tale causa di esclusione può ricondursi a quelle indicate all’art. 46, comma 1 bis del D.lgs. n. 163/2006 (comma inserito dall'articolo 4, comma 2, lettera d), del D.L. 13 maggio 2011, n. 70, convertito, con modificazioni, in legge 12 luglio 2011, n. 106). Infatti, se il difetto di sottoscrizione dell’offerta costituisce causa di esclusione ai sensi della disposizione in parola, e se la polizza fideiussoria rappresenta elemento costitutivo dell’offerta, anche per la polizza fideiussoria vale il principio per cui non possono sussistere dubbi circa la sua provenienza. Pertanto, nel momento in cui la firma apposta sulla polizza è autenticata, vi è certezza circa la provenienza della polizza e non sussistono rischi per la stazione appaltante che si trovasse a dovere azionare la garanzia in parola.