Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 119 del 19/07/2012 - rif. PREC 73/12/L

Parere di Precontenzioso n. 119 del 19/07/2012 - rif. PREC 73/12/L d.lgs 163/06 Articoli 46, 73 - Codici 46.1, 73.1
Esclusione, art. 46 co. 1 bis D.Lgvo 163/2006; art. 53 comma 4 D.Lgs. 163/2006 e art. 118 d.P.R. 207/2010- Non è conforme alla normativa e ai principi di settore l’esclusione del concorrente dalla gara per avere inserito il modello relativo all’attestazione di presa visione dei luoghi nella busta “A” – Documentazione, invece che nella busta “B” – Offerta economica, in violazione di quanto previsto nel disciplinare di gara, trattandosi di formalismo che non ha alcun rilievo sostanzialistico, posto che da tale modello nessun’altra informazione si evince se non quella della presa visione. Inoltre, trova applicazione alla fattispecie l’art. 46 co. 1 bis del D.Lgs. n. 163/2006 (comma inserito dall'articolo 4, comma 2, lettera d), del D.L. 13 maggio 2011, n. 70, convertito, con modificazioni, in legge 12 luglio 2011, n. 106) secondo cui “1-bis. La stazione appaltante esclude i candidati o i concorrenti in caso di mancato adempimento alle prescrizioni previste dal presente codice e dal regolamento e da altre disposizioni di legge vigenti, nonché nei casi di incertezza assoluta sul contenuto o sulla provenienza dell'offerta, per difetto di sottoscrizione o di altri elementi essenziali ovvero in caso di non integrità del plico contenente l'offerta o la domanda di partecipazione o altre irregolarità relative alla chiusura dei plichi, tali da far ritenere, secondo le circostanze concrete, che sia stato violato il principio di segretezza delle offerte; i bandi e le lettere di invito non possono contenere ulteriori prescrizioni a pena di esclusione. Dette prescrizioni sono comunque nulle”.
Parere di Precontenzioso n. 119 del 19/07/2012 - rif. PREC 73/12/L d.lgs 163/06 Articoli 46, 73 - Codici 46.1, 73.1
Allorché il bando di gara richieda duplicazioni della medesima dichiarazione da inserire ora in una busta, ora in un’altra ed il concorrente abbia fornito la dichiarazione mediante l’inserimento della stessa solo in una busta, trova applicazione l’art. 46, comma 1-bis del D.lgs. n. 163/2006 ed il concorrente non può essere escluso dalla gara. Pertanto, è stata ritenuta non conforme alla normativa e ai principi di settore l’esclusione del concorrente dalla gara per mancata presentazione in sede di offerta della dichiarazione di cui all’art. 53 comma 4 del D.lgs. n. 163/2006 e art. 118 D.P.R. n. 207/2010 prevista dal disciplinare di gara, essendo essa stata richiesta dal medesimo disciplinare anche tra i documenti da inserire nella busta “A”- Documenti ed avendola il concorrente presentata mediante l’inserimento nella stessa.