Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 124 del 19/07/2012 - rif. PREC 101/12/S

Parere di Precontenzioso n. 124 del 19/07/2012 - rif. PREC 101/12/S d.lgs 163/06 Articoli 125, 38, 39, 75 - Codici 125.2, 38.1, 39.1, 75.1
Possesso dei requisiti morali di partecipazione e cauzione provvisoria nelle procedure in economia- Nelle ipotesi di affidamenti di servizi di importo complessivo inferiore a 40.000,00 euro, risultano direttamente applicabili i soli artt. 38 e 39 del codice dei contratti pubblici. Atteso che la prestazione obbligatoria della cauzione risponde ad interessi precipui della stazione appaltante (la serietà dell’offerta ed il corretto adempimento dell’appaltatore) e non assurge a principio generale ed inderogabile nella materia dei pubblici appalti, né costituisce diretta attuazione dei principi di trasparenza ed imparzialità, la stazione appaltante legittimamente può decidere di semplificare la procedura, in considerazione della durata breve e del valore modesto dell’appalto, esonerando i concorrenti dall’onere della cauzione, che la legge impone in termini inderogabili soltanto per le gare di rilievo comunitario (cfr. art. 75 del Codice) e per le procedure di cottimo fiduciario di valore superiore a 40.000 euro (cfr. art. 334, primo comma – lett. b, del Regolamento, limitatamente alla garanzia dell’impresa aggiudicataria).