Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 168 del 10/10/2012 - rif. PREC 122/12/L

Parere di Precontenzioso n. 168 del 10/10/2012 - rif. PREC 122/12/L d.lgs 163/06 Articoli 38, 46 - Codici 38.1, 46.1
Art. 38, comma 1, lett. b) e c), D.Lgs. 163/2006: omesso adempimento oneri dichiarativi da parte del direttore tecnico – esclusione- E’ legittima l’esclusione del concorrente dalla procedura di gara per omessa dichiarazione di cui all’art. 38, comma 1, lett. b) e c) del D.lgs. n. 163/2006 da parte del direttore tecnico, anche nel caso in cui l’obbligo di dichiarazione da parte di tutti i soggetti indicati nell’art. 38 del Codice dei contratti pubblici non sia espressamente richiamato dalla lex specialis. Infatti, quando la disciplina di gara non riproduce il contenuto di una norma imperativa, tale lacuna è automaticamente colmata dalla norma stessa mediante il meccanismo di integrazione automatica, analogamente a quanto avviene nel diritto civile ai sensi degli artt. 1374 e 1339 c.c. (cfr. AVCP, parere n. 74 del 16.05.2012; Cons. Stato, Sez. V, 24 gennaio 2007, n.256; TAR Campania, Sez.I, 26 ottobre 2011, n.4973; T.A.R. Puglia, Lecce, Sez.III, 29 novembre 2010, n.2734).
Parere di Precontenzioso n. 168 del 10/10/2012 - rif. PREC 122/12/L d.lgs 163/06 Articoli 38, 46 - Codici 38.1, 46.1
Ai fini della partecipazione alle procedura ad evidenza pubblica, la mancata predisposizione da parte della stazione appaltante di un modulo con il quale consentire ai concorrenti di rendere le dichiarazioni di cui all’art. 38, comma 1, lett. b) e c) del D.lgs. n. 163/2006 non incide sulla sussistenza o meno di un onere prescritto dal Codice dei contratti pubblici, posto che la stazione appaltante non è tenuta a predisporre moduli e formulari, qualora infatti si adoperasse a tal fine si tratterebbe unicamente di una forma di agevolazione per i concorrenti.