Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 23 del 13/03/2013 - rif. PREC 88/12/S

Parere di Precontenzioso n. 23 del 13/03/2013 - rif. PREC 88/12/S d.lgs 163/06 Articoli 42 - Codici 42.1
Indagini geotecniche da parte di laboratori autorizzati. Legittimità. Obbligo di sopralluogo. Legittimità dell’esclusione- Secondo consolidata giurisprudenza, in caso di appalto di servizi, pur in presenza dell’art. 42, la lettura sistematica della norma fa emergere che l'Amministrazione aggiudicatrice ha il potere discrezionale di fissare requisiti di partecipazione ad una gara anche molto rigorosi e superiori a quelli previsti dalla legge e di pretendere il possesso di requisiti di capacità diversi e ulteriori dalla semplice iscrizione nell'elenco, salvo che la scelta non sia ictu oculi manifestamente irragionevole, irrazionale, arbitraria, sproporzionata, illogica e contraddittoria (Cfr. TAR Puglia, sezione Staccata di Lecce, 6 ottobre 2008 n. 2787). In caso di appalto di servizi consistenti in indagini geognostiche geofisiche e prove geotecniche ed indagini strutturali per la redazione ed attuazione delle verifiche tecniche dei livelli di sicurezza sismica ai sensi dell’ordinanza P.C.M. n. 3274 del 2003 di un impianto di depurazione, tra cui sono ricomprese anche prove geotecniche ed indagini strutturali, la richiesta della stazione appaltante del possesso di specifiche autorizzazioni rilasciate specificamente dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in capo ai laboratori incaricati delle prove, degli esami ed analisi in situ e di laboratorio, appare congrua e legittima alla luce del dettato normativo dell’art. 59 del D.P.R. n. 380 del 2001.
Parere di Precontenzioso n. 23 del 13/03/2013 - rif. PREC 88/12/S d.lgs 163/06 Articoli 73 - Codici 73.1
La prescrizione del preventivo sopralluogo non è solo prevista da determinate prescrizioni del d. lgs. n. 163/2006 quale operazione che consente la decorrenza del termine per la presentazione delle offerte, ma, in ragione del contenuto specifico dell’oggetto di gara, può essere ritenuta necessaria per integrare gli elementi essenziali dell’offerta, come indicato dall’ art. 74, comma 5. Ne consegue, pertanto, che la richiesta di sopralluogo contenuta nel bando può essere considerata, da una lettura combinata degli artt. 74 e 46 e delle norme del bando di gara, una causa tipica di esclusione non soggetta ad una possibile dichiarazione di nullità.