Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 30 del 13/03/2013 - rif. PREC 212/12/L

Parere di Precontenzioso n. 30 del 13/03/2013 - rif. PREC 212/12/L d.lgs 163/06 Articoli 52 - Codici 52.1
ARTT. 2, 20, 27, 34, E 42 D.LGS. n. 163/2006 – “SERVIZI ESCLUSI” ex ALLEGATO II B: soggetti ammessi alla gara, requisiti di capacità professionale e termine per la presentazione delle offerte- 1. Come affermato nel parere sulla normativa 24 luglio 2010 - AG 24/10, non è consentito apporre riserve di partecipazione alle gare di appalto sic et simpliciter ai soli soggetti no profit, considerato che detta riserva è consentita solo se rivolta a soggetti che rivestono le caratteristiche dei laboratori protetti. Il bando di gara che volesse conformarsi a detta disciplina deve espressamente menzionare la disposizione dell'art. 52 del D. Lgs. n. 163/2006. Ciò premesso, la clausola del capitolato speciale, che limita la partecipazione alla gara ai soli soggetti no profit, contrasta con i principi di massima partecipazione e concorrenza che regolano il regolare svolgimento delle procedure a evidenza pubblica.
Parere di Precontenzioso n. 30 del 13/03/2013 - rif. PREC 212/12/L d.lgs 163/06 Articoli 42 - Codici 42.1
2. E’ legittima la clausola del bando che, ai fini della dimostrazione dei requisiti di capacità tecnica e professionale, richieda di indicare i tecnici e gli organi tecnici facenti direttamente capo, o meno, al concorrente e, fra questi, quelli incaricati dei controlli di qualità, poiché è conforme alla previsione dell'art. 42 -"Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi" del d.lgs. n. 163/2006, in quanto, da una parte ne riproduce il contenuto (cfr. art. 42, comma 1, b) d.lgs. 163/2006, e, dall'altra, costituisce espressione della discrezionalità della stazione appaltante di individuare nel bando di gara uno o più dei requisiti di dimostrazione della capacità tecnica, fra quelli elencati nella medesima norma, senza necessità di una specifica motivazione.