Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 33 del 13/03/2013 - rif. PREC 276/12/S

Parere di Precontenzioso n. 33 del 13/03/2013 - rif. PREC 276/12/S d.lgs 163/06 Articoli 20, 56 - Codici 20.1, 56.1
Servizi esclusi all. II B D.Lgs. 163/2006. Disciplina applicabile- In caso di indizione di gara per l’affidamento di servizi di cui all’allegato II B del d. lgs. n. 163/2006, è legittima una procedura negoziata che garantisca, tramite sorteggio pubblico, ai sensi degli artt. 20 e 27 , la partecipazione di un numero congruo di operatori economici.
Parere di Precontenzioso n. 33 del 13/03/2013 - rif. PREC 276/12/S d.lgs 163/06 Articoli 20, 86 - Codici 20.1, 86.1
In caso di indizione di gara per l’affidamento di servizi di cui all’allegato II B del d. lgs. n. 163/2006, non sono applicabili gli artt. 86, commi 3 bis e 3 ter e 87 co. 4 del d.lgs. n. 163/2006 e dunque i concorrenti non sono tenuti alla indicazione degli oneri di sicurezza, ove, ai sensi della lex specialis di gara, condividano la valutazione della stazione appaltante che aveva stimato il costo per la sicurezza pari a zero.
Parere di Precontenzioso n. 33 del 13/03/2013 - rif. PREC 276/12/S d.lgs 163/06 Articoli 56 - Codici 56.1
In capo al precedente gestore del servizi non può essere riconosciuta alcuna pretesa qualificata ad essere ulteriormente invitato alla successiva procedura negoziata, o a conoscere le ragioni dell'omesso invito. Al riguardo, vale, semmai, il principio opposto, ossia che l'Amministrazione è tenuta a fornire una congrua motivazione qualora ritenga di estendere il nuovo invito anche al precedente gestore" (cfr. TAR Lombardia Brescia, Sez. I, 15-04-2008, n. 372).