Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 105 del 19/06/2013 - rif. PREC 66/13/S

Parere di Precontenzioso n. 105 del 19/06/2013 - rif. PREC 66/13/S d.lgs 163/06 Articoli 40, 46 - Codici 40.1, 46.1.1
iscrizione alla C.C.I.A.A. – oggetto sociale coerente con il contenuto dell’appalto – illegittimità dell’esclusione- È da considerarsi legittima la richiesta, ai fini dell’ammissione alla gara, di un’iscrizione alla C.C.I.A.A. comprensiva di tutte le differenti tipologie qualitative del servizio oggetto di affidamento (cfr. A.V.C.P., parere 12 febbraio 2009 n. 17; Id., parere 22 luglio 2010 n. 136). La prescrizione del bando di gara con la quale si richiede ai concorrenti l’iscrizione alla C.C.I.A.A. per una definita attività da appaltare non può che essere finalizzata a selezionare imprese che abbiano una specifica ed effettiva esperienza nel settore interessato. È illegittimo il comportamento della commissione di gara che non verifica, ai fini dell’eventuale esclusione, la coerenza, in concreto, della descrizione delle attività imprenditoriali esercitate e dell’oggetto sociale, riportate nel certificato camerale, con il requisito di ammissione richiesto dalla lex specialis di gara e con l’oggetto dell’appalto.