Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 115 del 17/07/2013 - rif. PREC 72/13/L

Parere di Precontenzioso n. 115 del 17/07/2013 - rif. PREC 72/13/L d.lgs 163/06 Articoli 38 - Codici 38.1.5
dichiarazione ai sensi dell’art. 38, primo comma (lett. m-ter), del Codice – direttore tecnico dell’impresa ausiliaria – necessità a pena d’esclusione- Il direttore tecnico è figura indispensabile per la qualificazione dell’impresa nella disciplina dell’art. 87, del d. P.R. n. 207/2010, in materia di appalti di lavori pubblici, a cui competono gli adempimenti di carattere tecnico-organizzativo necessari per lo svolgimento dell’attività imprenditoriale, di cui assume la responsabilità: in forza di tale ruolo, l’art. 38, richiede al direttore tecnico il possesso degli stessi requisiti soggettivi di ordine generale prescritti per gli amministratori muniti del potere di rappresentanza (cfr. Cons. Stato, sez. III, 23 maggio 2012 n. 3038).
Parere di Precontenzioso n. 115 del 17/07/2013 - rif. PREC 72/13/L d.lgs 163/06 Articoli 38, 46 - Codici 38.1, 46.1, 46.1.1
Dopo l’entrata in vigore del comma 1-bis dell’art. 46, va sempre disposta l’esclusione del concorrente che non abbia adempiuto all’obbligo di rendere le dovute dichiarazioni previste dall’art. 38, senza che vi sia spazio per il dovere di soccorso istruttorio (cfr. Cons. Stato, sez. III, 16 marzo 2012 n. 1471; sez. V, 26 gennaio 2012 n. 334; AVCP determinazione 16 maggio 2012 n. 1; parere 10 ottobre 2012 n. 168). La giurisprudenza e l’Autorità hanno affermato che la sottoscrizione di un modello nel quale non sia stata barrata alcuna opzione alternativa tra quelle predisposte dalla stazione appaltante determina incertezza assoluta sul contenuto dell’autocertificazione e sul possesso dei requisiti soggettivi, con la conseguenza dell’esclusione nei confronti dell’impresa incorsa in siffatta omissione.
Parere di Precontenzioso n. 115 del 17/07/2013 - rif. PREC 72/13/L d.lgs 163/06 Articoli 49 - Codici 49.1.1
L’ incompletezza della dichiarazione resa ai sensi dell’art. 38, del D. Lgs. n. 163/2006, dal direttore tecnico dell’impresa ausiliaria è equiparabile ad omessa dichiarazione in ordine ad uno dei requisiti generali richiesti, ai fini dell’ammissione, dal bando e dalla legge, stante la necessità che anche l’impresa ausiliaria documenti il possesso dei requisiti generali, per effetto di quanto previsto dal secondo comma dell’art. 49 (cfr. AVCP parere 6 ottobre 2011 n. 173).