Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 136 del 30/07/2013 - rif. PREC 99/13/S

Parere di Precontenzioso n. 136 del 30/07/2013 - rif. PREC 99/13/S d.lgs 163/06 Articoli 91 - Codici 91.1, 91.1.2
Gara per l’affidamento di servizi di progettazione urbanistica – artt. 90 e ss. del Codice e artt. 252 e ss. del D.P.R. n. 207 del 2010 – inapplicabilità.- E’ legittimo che il bando di gara preveda l’attribuzione di specifici punteggi in relazione all’esperienza ed alla qualificazione professionale dei professionisti concorrenti, poiché l’aver espletato in passato servizi di analoga importanza tecnica ed economica può essere valutato quale indice di affidabilità e, di conseguenza, di buona qualità della stessa offerta tecnica, direttamente riconducibile alle caratteristiche oggettive dell’appalto, purché tali aspetti non risultino quantitativamente preponderanti nella valutazione complessiva dell’offerta, essendo il merito tecnico deducibile dai curricula dei professionisti soltanto uno degli elementi valutabili, che non può assumere un rilievo eccessivo nella selezione della migliore offerta (cfr. in tal senso A.V.C.P., parere 27 giugno 2012 n. 98; Id., parere 13 maggio 2010 n. 97; in giurisprudenza, cfr. Cons. Stato, sez. V, 2 ottobre 2009 n. 6002; Id., sez. VI, 18 settembre 2009 n. 5626; Id., sez. VI, 9 giugno 2008 n. 2770).
Parere di Precontenzioso n. 136 del 30/07/2013 - rif. PREC 99/13/S d.lgs 163/06 Articoli 91, 92 - Codici 91.1, 92.1
Anche a seguito dell’abrogazione del sistema delle tariffe professionali minime, resta fermo il principio secondo il quale è necessario che il corrispettivo per la progettazione di opere pubbliche sia congruo, tenuto conto della natura e della complessità dei servizi da appaltare, al fine di garantire la qualità delle prestazioni (cfr. A.V.C.P., determinazione 27 luglio 2010 n. 5). La determinazione dell’importo a base di gara, in ragione di un’analitica indicazione delle singole componenti della prestazione professionale, è altresì funzionale ad una più efficace verifica dell’anomalia delle offerte ed alla proporzionale determinazione dei requisiti di partecipazione alla gara.