Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 140 del 30/07/2013 - rif. PREC 156/12/S

Parere di Precontenzioso n. 140 del 30/07/2013 - rif. PREC 156/12/S d.lgs 163/06 Articoli 38, 46 - Codici 38.1.1, 46.1.1
Art. 38 comma 1 lett. c) e comma 2 D.Lgs. 163/2006: omessa dichiarazione circa la situazione dei soggetti cessati dalle cariche nell’anno antecedente alla pubblicazione del bando Esclusione – Legittimità – Art. 46, comma 1, D.Lgs. 163/2006: soccorso istruttorio – E’ legittima la previsione del disciplinare di gara, in virtù della quale, a pena di esclusione, il concorrente deve dichiarare che nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando nei confronti dei soggetti indicati dall’art. 38 comma 1 lett. c)del D. Lgs. n. 163/2006, non sono intervenute sostituzioni né cessazioni dalla carica ovvero è intervenuta sostituzione o cessazione, ma non sono state pronunciate nei loro confronti sentenze penali di condanna ovvero è intervenuta sostituzione o cessazione e sono state pronunciate nei loro confronti sentenze penali di condanna, indicando in tal caso quali.
Parere di Precontenzioso n. 140 del 30/07/2013 - rif. PREC 156/12/S d.lgs 163/06 Articoli 38, 46 - Codici 38.1.1, 46.1
L’assenza di “circostanze negative (… non essere stato condannato ….)” non esime il concorrente dall’obbligo di legge di autocertificare il possesso dei requisiti di cui all’art. 38 comma 1 lett. c), del D. Lgs. n. 163/2006, né la stazione appaltante avrebbe potuto ricorrere al c.d. potere di soccorso istruttorio, in quanto ai sensi dell’art. 46, comma 1, del D. Lgs. n. 163/2006, quest’ultimo può essere legittimamente esercitato soltanto per chiedere chiarimenti o completare il contenuto di dichiarazioni già presentate in gara e non per “sanare” eventuali omissioni di documenti, richiesti a pena di esclusione.