Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 141 del 11/09/2013 - rif. PREC 11/13/L

Parere di Precontenzioso n. 141 del 11/09/2013 - rif. PREC 11/13/L d.lgs 163/06 Articoli 206, 230 - Codici 206.1, 230.1
Art. 238 comma 7 D.lgs. n. 163/2006 – Contratti pubblici sotto soglia comunitaria nei settori speciali – Requisiti di partecipazione – Proprietà di alcune apparecchiature e mezzi – Contrasto con i principi del Trattato- In una gara di appalto riconducibile nell’ambito dei settori speciali è illegittimo, per contrasto con i principi fondamentali di concorrenza previsti dal Trattato, prevedere quale requisito di partecipazione la proprietà di alcune apparecchiature e mezzi in luogo della disponibilità degli stessi.
Parere di Precontenzioso n. 141 del 11/09/2013 - rif. PREC 11/13/L d.lgs 163/06 Articoli 238 - Codici 238.1
Ai sensi dell’art. 238 del D. Lgs. n. 163/2006, si distingue tra ente aggiudicatore che sia soggetto pubblico e imprese pubbliche e privati con diritti speciali esclusivi. Solo questi ultimi sono liberi di applicare nelle procedure di gara esclusivamente le disposizioni dei propri regolamenti, purché esse siano conformi ai principi fondamentali del Trattato comunitario (comma 7). L’obbligo di conformare le disposizioni di gara ai principi del Trattato implica, che in sede di determinazione dei requisiti di ammissione alla gara il committente debba necessariamente attenersi al rispetto dei principi di par condicio, concorrenza e trasparenza, avendo cura di non introdurre nella lex specialis requisiti discriminatori. Si tratta di una disposizione che attribuisce particolare forza vincolante ai principi posti a tutela della concorrenza anche negli appalti dei settori speciali di modico valore.