Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 149 del 25/09/2013 - rif. PREC 118/13/S

Parere di Precontenzioso n. 149 del 25/09/2013 - rif. PREC 118/13/S d.lgs 163/06 Articoli 83 - Codici 83.1
Art. 83 d.lgs. n. 163/2006 - Offerta economicamente vantaggiosa - Ponderazione prezzo-qualità- Nelle gare da aggiudicarsi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, riveste importanza fondamentale l'operazione di definizione dei pesi ponderali da assegnare a ciascun criterio e sub-criterio di valutazione e di attribuzione agli elementi di valutazione pesi equilibrati in modo da evitare una eccessiva preponderanza di uno dei criteri rispetto agli altri. Tuttavia, rientra nella discrezionalità amministrativa la scelta del peso ponderale da applicare agli elementi qualitativi ed economici e tale scelta non è, di norma, sindacabile, salvo manifesti vizi di irragionevolezza o sproporzionalità. Nel caso di specie, l’assegnazione di punti 90 all’elemento prezzo e di punti 10 all’elemento qualità sono legittime in quanto espressione di discrezionalità non viziata da eccesso di potere, tenuto conto che i servizi (lotti) in gara erano dettagliatamente descritti e modulati nel capitolato e pertanto non si rendeva necessaria un'ulteriore offerta progettuale in merito poiché il tipo di progetti terapeutici erano già stati formulati dalla Commissione Tecnica dei Servizi Sociali.