Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 161 del 09/10/2013 - rif. PREC 162/13/F

Parere di Precontenzioso n. 161 del 09/10/2013 - rif. PREC 162/13/F d.lgs 163/06 Articoli 38 - Codici 38.1.1
Art. 38 D. Lgs. 163/2006. Omessa autodichiarazione di due amministratori in carica. --- .E’ legittima l’esclusione disposta nei confronti di un’ impresa che alla domanda di partecipazione alla gara non abbia allegato le dichiarazioni rese dagli amministratori in carica circa il possesso dei requisiti di moralità ex art. 38 D. Lgs. 163/2006. La dichiarazione di cui all’art. 38 comma 2, deve essere completa e, con particolare riferimento alla lettera c) del comma 1, dell’art. 38, deve contenere tutte le sentenze di condanna subite a prescindere dalla entità del reato e/o dalla sua connessione con il requisito della moralità professionale, la cui valutazione compete esclusivamente alla stazione appaltante (cfr. AVCP determinazione n. 4 del 10 ottobre 2012). Siffatte ipotesi di omissione o l’incompletezza costituiscono motivo di esclusione dalla procedura ad evidenza pubblica anche in assenza di una espressa previsione del bando di gara (cfr. parere AVCP 16 maggio 2012, n. 74; Consiglio di Stato, Sez. III, 3 marzo 2011, n. 1371), e la dichiarazione di cui all’art. 38, comma 2, va resa anche in caso di insussistenza di condanne (cfr. AVCP determinazione n. 1 del 12 gennaio 2010).
Parere di Precontenzioso n. 161 del 09/10/2013 - rif. PREC 162/13/F d.lgs 163/06 Articoli 46 - Codici 46.1
Art. 38 D. Lgs. 163/2006. Omessa autodichiarazione di due amministratori in carica. --- Infine, nessuno spazio può avere il cd. soccorso istruttorio, trattandosi di incompletezza o falsità delle dichiarazioni di cui all’art. 38, commi 1 e 2, ed inosservanza degli adempimenti prescritti, i quali, per il chiaro tenore della legge, determinano l’esclusione dell’operatore economico (cfr. Cons. Stato Sez. III, 16 marzo 2012, n. 1471).