Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 166 del 23/10/2013 - rif. PREC 47/13/L

Parere di Precontenzioso n. 166 del 23/10/2013 - rif. PREC 47/13/L d.lgs 163/06 Articoli 83 - Codici 83.1
Artt. 83 del D. Lgs. n.163/2006 e 120 del D.P.R. n.207/2010 – Aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa - Criteri di attribuzione dei punteggi- E’ illegittimo e contrario ai principi di ragionevolezza, logicità e par condicio dei concorrenti l’operato di una Commissione di gara che, nell’assegnazione dei punteggi riguardanti sia l’offerta economica che quella tempo e tecnica, sia incorsa in errori di calcolo, procedurali e di merito con conseguente erroneità della graduatoria stilata e illegittimità della procedura di gara (cfr. Consiglio di Stato, sez. V, n.1255 del 28.02.2011). Nel caso in cui sussista contraddittorietà tra il Disciplinare- Modalità di aggiudicazione e la “Tabella punteggi elementi di valutazione dell’offerta”, non è possibile ritenere arbitrariamente prevalente quest’ultima, in spregio alla previsione del Disciplinare e al principio di certezza giuridica che deve connotare la disciplina di gara: infatti, in base all’art. 83, la discrezionalità della Commissione nella specificazione dei criteri è fortemente limitata, escludendone ogni facoltà di integrare il bando, e obbligando il bando stesso di prevedere e specificare gli eventuali sotto criteri (cfr. Consiglio di Stato sentenza n.7256 dell’1.10.2010).