Massime per Atto Ricercato: Parere di Precontenzioso n. 168 del 23/10/2013 - rif. PREC 91/13/L

Parere di Precontenzioso n. 168 del 23/10/2013 - rif. PREC 91/13/L d.lgs 163/06 Articoli 197, 40 - Codici 197.1, 40.1, 40.3
Artt. 40, 198 e 201 del D.Lgs. n.163/2006; art. 61 del D.P.R. n. 207/2010 - Allegato A (già Allegato A al D.P.R. n. 34/2000); OPCM n. 3274 del 20.03.2003 “Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica”; OPCM n. 3362 del 08.07.2004 “Modalità di attivazione del Fondo per interventi straordinari della PCM”; – Qualificazione richiesta nel caso di appalto di lavori concernenti un immobile vincolato, sottoposto a tutela diretta, ex art.10, co. 1, del Codice dei beni culturali e del paesaggio (D.Lgs. n. 42/2004)- E’ illegittimo un bando di gara che richieda la categoria OG1 anziché OG2 per i lavori concernenti un immobile vincolato e sottoposto a tutela diretta ex art. 10, comma 1, del Codice dei beni culturali e del paesaggio (D. Lgs. n. 42/2004). Infatti, nel caso in cui l’oggetto dell’appalto sia costituito da lavori “concernenti” un palazzo di interesse storico-artistico, sottoposto come tale alla tutela del D. Lgs. n. 42/2004, per la loro esecuzione, sulla base delle declaratorie di cui all’allegato A al d.P.R. n. 34/2000, non è sufficiente il possesso della qualificazione per la categoria individuata con l’acronimo OG1 (relativa agli edifici civili e industriali) occorrendo, invece, possedere la qualificazione per la categoria contrassegnata dall’acronimo OG2 (riguardante il restauro e la manutenzione dei beni immobili sottoposti a tutela ai sensi delle disposizioni in materia di beni culturali e ambientali). Il possesso della qualificazione per la categoria OG2 è necessario, non già per il solo caso in cui su beni vincolati si vadano ad eseguire lavorazioni particolarmente specifiche o complesse; per l’esecuzione dei lavori indicati all’art. 198, è sempre necessaria la qualificazione nella categoria di riferimento, a prescindere dall’incidenza percentuale che il valore degli interventi sui beni tutelati assume nell’appalto complessivo. In base a tale ultima disposizione va escluso che si possa prescindere dalla richiesta della specifica qualificazione anche nell’ipotesi in cui i lavori sui beni tutelati facciano parte di un appalto comprendente lavori prevalentemente diversi. (cfr. Avcp parere di precontenzioso n. 74/2011, e cfr. anche parere di precontenzioso n. 85/2012).